• Valentina

Bambino 44 - il libro - La storia dell'agente che ha svelato "gli omicidi in Paradiso"


Bambino 44 è un libro scritto dal famoso slavista inglese Tom Rob Smith ed edito in italia dalla Sperling & Kupfer, dal quale è stato tratto un film di cui parleremo nei prossimi giorni.

Ambientato nella Russia del 1953, racconta le gesta dell'agente del KGB Leo Demidov e di sua moglie Raissa, che lo segue nelle missioni.

Nei pressi delle stazioni ferroviarie vengono rinvenuti, nell'arco di alcune settimane, i cadaveri di 43 bambini, apparentemente uccisi con la tecnica utilizzata per procacciarsi la selvaggina durante la grande carestia ucraina del '33, ma sulle cui morti i casi vengono chiusi come incidenti in quanto "non esistono omicidi in Paradiso", e un compito della polizia segreta è proprio quello di vigilare sul modo in cui le persone accettano e assimilano la propaganda del Paese "perfetto" in cui vivono, comprese le notizie sui tassi di criminalità.

Quando però viene rinvenuto il bambino numero 44 e si scopre che è il figlio di un agente del KGB amico e collega di Leo Demidov, l'agente Demidov deciderà di opporsi alle linee ufficiali del partito e, allontanato da Mosca e inviato a Rostov insieme alla moglie a seguito di un demansionamento, proprio a Rostov troverà una pista che lo porterà ad entrare nel cuore della rete dell'assassino e a scovarlo.

La trama del romanzo ci tiene in sospeso fino alla fine e ci dimostra come niente sia come appare nella Russia del 1953: il partito che mente ai cittadini, le forze dell'ordine che insabbiano i casi e un assassino che (forse) vuole essere trovato.



2 visualizzazioni
 

©2020 di ilventodellest. Creato con Wix.com