• Valentina

Our blood is wine - un film nel bicchiere


Our blood is wine è un film del 2018, attualmente distribuito sulla piattaforma Amazon Prime Video, nato da un'idea del somelier Jeremy Quinn e diretto dalla regista Emily Railsback. Il film mostra la lunga tradizione e i processi di vinificazione dei vigneti georgiani.

La tradizione vitivinicola della Georgia vanta più di 6000 anni di storia, diventando così la prima tradizione enogastronomica della storia mondiale. I vigneti, proprietà privata di agricoltori, e le piccole cantine locali, hanno rischiato di scomparire con la collettivizzazione forzata delle terre in epoca sovietica, tant'è che ancora oggi molti contadini e viticoltori, per poter esercitare la loro professione, sono costretti a pagare un affitto sui terreni che erano di proprietà dei loro avi. Con il crollo del muro di Berlino e l'apertura al libero mercato, però, la tradizione della vinificazione georgiana ha ripreso vigore, e questo docu-film ce la racconta dettagliatamente. La regista segue i viticoltori nelle loro abitazioni e sui loro terreni, portandoci così a scoprire un universo rurale popolato da famiglie unite che festeggiano alla nuova vendemmia ritrovandosi nelle sale da pranzo delle cascine per cene, canti e balli tradizionali, orci di terracotta, realizzati da vasai specializzati, utilizzati per mettere il vino ad invecchiare in apposite conche scavate nel terreno, e rendendoci nota una cultura della terra e della tavola che si è tramandata dagli antichi Greci fino ai giorni nostri, arrivando addirittura ad influenzare i giovani enologi della Langa e del sud della Francia.

Il titolo dell'opera è evocativo, l'acqua che si fa vino e il vino che si fa sangue sono rimandi biblici innegabili, e ci ricordano che una comunità e una cultura nascono laddove ci sia una tavola da condividere.

Come direbbe un gaudente Charles Baudelaire, di vino, di poesia o di virtù, ma ubriacatevi.



2 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti
 

©2020 di ilventodellest. Creato con Wix.com